PIANO CASA. TORRICELLI (SEL): QUADRO CI PREOCCUPA

L’iter per il Nuovo Piano Casa nel Consiglio regionale del Lazio è ormai in procinto di concludersi. Da domani e per i giorni a seguire l’aula della Pisana sarà chiamata a votare una norma nata dall’esigenza di mitigare gli effetti devastanti che il Piano varato dalla passata giunta Polverini avrebbe avuto. Sinistra Ecologia Libertà ha lavorato in questi mesi con grande senso di responsabilità e senso di appartenenza alla maggioranza che governa il Lazio. Un lavoro svolto in stretto rapporto con l’Assessore competente, Michele Civita, con cui è stato possibile giungere ad un confronto di merito importante. Ciò nonostante i nodi che, anche in una lettera di qualche settimana fa, indirizzata al presidente Zingaretti,

Continua a leggere

LEGGE STABILITA’. DE PAOLIS (SEL): NON SIA COLPITO CHI FA MENO SPRECHI E PIU’ SERVIZI

“Nel Lazio si è cambiato verso, con una spending review che in 18 mesi ha consentito di tagliare sprechi e aumentare servizi. Una credibilità ricostruita con fatica e nella disillusione generalizzata verso questa istituzione passata alla cronaca come
quella degli scandali e delle ruberie, che ancora oggi inchieste e trasmissioni televisive pongono alla nostra attenzione e che hanno

Continua a leggere

LEGGE STABILITA’. TORRICELLI (SEL): RENZI POPULISTA, A PAGARE SARANNO I CITTADINI. RENZI FARA’ I CONTI CON OPPOSIZIONE POLITICA E SOCIALE, A PARTIRE DAL 25 OTTOBRE

“Una manovra da 36 miliardi, grandi annunci di riduzione tasse e il solito contro altare della realtà: a pagare il conto saranno comunque i cittadini con un aggravio molto probabile delle tasse che gli enti locali saranno costretti ad aumentare. 
In particolare quando Renzi annuncia la riduzione importante dell’Irap, tanto voluta da Confindustria, dimentica di dire che quella è una tassa regionale che

Continua a leggere

[Sguardi dall'Europa] VOTO DEL PARLAMENTO INGLESE A FAVORE DEL RICONOSCIMENTO DELLO STATO PALESTINESE

Supporters of Palestine demand vote for Palestine

The Independent,

Oliver Wright

Lunedi 13 ottobre 2014

Traduzione a cura di Michela Onofri 

Il parlamento britannico stasera ha compiuto lo storico passo di votare unilateralmente l’appoggio al riconoscimento dello stato palestinese.

Votato da 274 contro 12, una larga maggioranza dei membri del parlamento di tutti gli schieramenti ha sollecitato il governo “al riconoscimento dello stato palestinese con quello di Israele” come parte della “soluzione negoziata del conflitto basato sulla coesistenza dei due stati”.

Sebbene simbolico, il sostegno a questa mozione  segna una svolta significativa nel

Continua a leggere