CANCELLIAMO IL DEBITO di Theo Sommer Die Zeit, 27 gennaio 2015

Segnaliamo questo importante articolo uscito sul settimanale tedesco “Die Zeit” ad opera di Theo Sommer ( Capo redattore dello Zeit dal ’72 al ’92, editore di Zeit,  poi editor at large dal 2000) sul dibattito relativo alla cancellazione del debito nell’euro zona aperto dalla vittoria di Alexis Tsipras in Grecia. [traduzione: Michela Onofri]

————————————————————————————————————————–

CANCELLIAMO IL DEBITO                                   

Theo Sommer

Die Zeit, 27 gennaio 2015

La Grecia da sola non può ridurre il debito ma dovrebbe contare su quella stessa magnanimità che gli alleati nel 1953 hanno accordato al popolo tedesco.

Continua a leggere

UNIONI CIVILI. GRAZIANI-TORRICELLI (SEL):  “VOTO STORICO PER ROMA”

a roma l'amore conta

“Un voto storico. Oggi è un giorno di festa. A Roma finalmente si parla la lingua dei  diritti civili e del riconoscimento dei vincoli affettivi al di fuori del matrimonio.

L’approvazione della delibera che istituisce il registro delle Unioni civili  nella capitale è stato il frutto di un lavoro complicato e lungo, per cui non finiremo mai di ringraziare la tenacia del gruppo consigliare di Sel ed in particolare della Consigliera Imma Battaglia, prima firmataria della delibera, nonché tutta la maggioranza che sostiene il Sindaco Marino.

Si tratta di qualcosa che va molto oltre il suo valore simbolico, proprio perché avviene a Roma Capitale e parla con chiarezza al Parlamento affinchè faccia la sua parte: serve una legge nazionale che colmi il vuoto normativo esistente e, francamente, fuori dalla storia, per portare il paese in linea con le principali direttive europee e internazionali. Oggi lo diciamo con forza: prima le persone.”

Lo dichiarano, in una nota, Sara Graziani e Giancarlo Torricelli, rispettivamente responsabile politiche di genere Sel Lazio e coordinatore Sel Lazio.

 

Economia criminale. Descrizione della criminalità nel Lazio

Contributo a Human Factor Lazio di Alba Rosa (assemblea nazionale Sel e assemblea regionale Sel Lazio)

Le notizie sulle infiltrazioni mafiose nel Lazio ormai non sorprendono più. Da tempo infatti è aperto il capitolo dell’insediamento delle mafie nella nostra regione. Tuttavia nel Lazio ha prevalso, per lungo tempo, un atteggiamento negativista che in qualche modo ha influenzato anche la magistratura e le forze dell’ordine, nel senso di minimizzare l’aspetto mafioso e far prevalere l’aspetto delinquenziale.

La politica stessa, per anni, ha negato, quasi a difesa della propria onorabilità,

Continua a leggere

PARIGI, GRECIA, EUROPA. di G. Torricelli

Intervento introduttivo alla Conferenza programmatica di Sel Lazio, Human Factor

Il suono assordante delle sirene a Parigi ha aperto un tempo che rischia di rovesciarsi nell’ennesima lunga notte reazionaria per il Vecchio Continente. La politica in crisi fatica a contenere gli effetti dell’accaduto. Per affrontarne la tragedia – che da qualsiasi angolo la si guardi, tale è – abbiamo bisogno di ragionare, di costruire letture ed analisi inedite sull’Europa, sulla globalizzazione, sulla crisi della politica. Non abbiamo bisogno della rabbia e dell’odio, dell’ansia di identificarsi o rifiutarsi con gli altri, delle passioni tristi e delle chiusure identitarie. Ora è assolutamente necessario impedire che l’orrore di fronte alla violenza terroristica e alle vittime si trasformi in odio. L’Europa che non ha saputo essere l’Europa dell’accoglienza deve sapere impedire che la paura e lo sgomento di queste ore si avviti in una ulteriore spirale di violenza.

Continua a leggere

BILANCIO LAZIO. DE PAOLIS (SEL): MANOVRA DIFFICILE, MA AMBIZIOSA

“Un bilancio che, al netto delle partite finanziarie e di giro, si attesta intorno ai 16 miliardi di euro e che ha l’ambizione di affrontare questo difficile momento di crisi del paese e della nostra regione, provando a tenere in equilibrio le azioni di stimolo all’economia e il rigore di bilancio. Un bilancio difficile e certamente con pochi spazi di manovra, ma che comunque centra importanti obiettivi per affrontare la crisi e sostenere le famiglie. In primo luogo la manovra non prevede aumento dell’addizionale Irpef per i contribuenti fino a 28 mila euro di reddito, estendibile a 35 mila euro. Una scelta che si pone l’obiettivo di esentare dall’aliquota, circa 2 milioni e 800 mila persona. In pratica ad essere esentati dall’addizionale saranno quasi l’80% dei contribuenti compresi i nuclei familiari con 3 figli a carico e con reddito fino a 50 mila euro.”Così in una nota Gino De Paolis commentando l’approvazione del Bilancio della Regione Lazio, avvenuta nella notte di ieri.

Continua a leggere