Sciopero Generale, 12 dicembre, ore 9.30 concentramento in Piazza dell’Esquilino

Il 12 dicembre sarà sciopero generale nazionale proclamato unitariamente da CGIL e UIL. Lo slogan scelto dalle due Confederazioni è ‘Così non va!’ per esprimere contrarietà circa le scelte del governo e sostenere le proposte sindacali in merito alla riforma della Pubblica Amministrazione, Jobs Act, Legge di Stabilità e Politica economica. 

SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ AVRA’ UN SUO SPEZZONE E UN SUO STRISCIONE. APPUNTAMENTO E’ ALLE 9.30 A PIAZZA DELL’ESQUILINO

PROVINCE. TORRICELLI (SEL): SOSTEGNO ALLA MOBILITAZIONE DIPENDENTI 

Quel che sta accadendo nella vicenda di attuazione della legge Delrio su province e città metropolitane conferma e aggrava tutte le riserve espresse da Sinistra Ecologia Libertà su una riforma propagandistica, contraddittoria e di fatto inattuabile.

La mobilitazione dei dipendenti delle province ha tutta la solidarietà e il sostegno di SEL per quanto riguarda la tutela dei livelli occupazionali e retributivi, ma soprattutto per la garanzia dei servizi pubblici che gli enti di area vasta sono tenuti ad erogare.

Il combinato disposto dei provvedimenti di riordino istituzionale già adottati con quelli che le regioni sono chiamati ad assumere entro il 31 dicembre, sommato alle previsioni della legge di stabilità, comporta che il Parlamento italiano stia decretano con un proprio atto il dissesto finanziario di enti territoriali previsti dalla Costituzione.

Continua a leggere

EX SNIA, DE PAOLIS-ROTONDI: INTERROGAZIONE IN REGIONE PER MONUMENTO NATURALE

(OMNIROMA) Roma, 16 DIC – “Abbiamo presentato una interrogazione urgente

all’assessore Refrigeri per dare forza alle richieste che il territorio del
lago dell’Ex Snia sta avanzando circa l’iter di acquisizione al patrimonio
pubblico e il vincolo di monumento naturale”. Lo affermano in una nota
congiunta Gino De Paolis, capogruppo Sel alla Regione Lazio e Alessandro
Rotondi, coordinatore Sel del Municipio V.

Continua a leggere

MAFIA CAPITALE, TORRICELLI (SEL): “SIA RINNOVAMENTO RADICALE”

Roma, 04 DIC – “Non si arresta lo tsunami che ha colpito Roma. Un inquietante intreccio tra politica, affari e Istituzioni che negli anni si è servito delle risorse pubbliche per uso di rapina, ai danni dei lavoratori e dei cittadini di questa città. E’ evidente che più la politica diventa debole, riducendosi a mero esercizio di potere o di gestione dell’esistente, più le Istituzioni si allontanano dai cittadini, divenendo preda di dinamiche da Romanzo

Continua a leggere