Dalla Regione

UNIONI CIVILI. GRAZIANI-TORRICELLI (SEL):  “VOTO STORICO PER ROMA”

a roma l'amore conta

“Un voto storico. Oggi è un giorno di festa. A Roma finalmente si parla la lingua dei  diritti civili e del riconoscimento dei vincoli affettivi al di fuori del matrimonio.

L’approvazione della delibera che istituisce il registro delle Unioni civili  nella capitale è stato il frutto di un lavoro complicato e lungo, per cui non finiremo mai di ringraziare la tenacia del gruppo consigliare di Sel ed in particolare della Consigliera Imma Battaglia, prima firmataria della delibera, nonché tutta la maggioranza che sostiene il Sindaco Marino.

Si tratta di qualcosa che va molto oltre il suo valore simbolico, proprio perché avviene a Roma Capitale e parla con chiarezza al Parlamento affinchè faccia la sua parte: serve una legge nazionale che colmi il vuoto normativo esistente e, francamente, fuori dalla storia, per portare il paese in linea con le principali direttive europee e internazionali. Oggi lo diciamo con forza: prima le persone.”

Lo dichiarano, in una nota, Sara Graziani e Giancarlo Torricelli, rispettivamente responsabile politiche di genere Sel Lazio e coordinatore Sel Lazio.

 

Economia criminale. Descrizione della criminalità nel Lazio

Contributo a Human Factor Lazio di Alba Rosa (assemblea nazionale Sel e assemblea regionale Sel Lazio)

Le notizie sulle infiltrazioni mafiose nel Lazio ormai non sorprendono più. Da tempo infatti è aperto il capitolo dell’insediamento delle mafie nella nostra regione. Tuttavia nel Lazio ha prevalso, per lungo tempo, un atteggiamento negativista che in qualche modo ha influenzato anche la magistratura e le forze dell’ordine, nel senso di minimizzare l’aspetto mafioso e far prevalere l’aspetto delinquenziale.

La politica stessa, per anni, ha negato, quasi a difesa della propria onorabilità,

Continua a leggere

“Alexis Tsipras. La mia Sinistra” | mercoledì 28 gennaio 2015 | Sala del tempio di Adriano

libro

Mercoledì 28 Gennaio alle ore 18, nella splendida Sala del Tempio di Adriano, sarà presentato il libro di Teodoro Andreadis Synghellakis “Alexis Tsipras. La mia Sinistra”.

Alla vigilia delle elezioni in Grecia dobbiamo cogliere l’importanza, anche per noi, di questo appuntamento politico. In ballo non c’è solo il cambiamento di un Paese ma, soprattutto,

Continua a leggere

PARIGI, GRECIA, EUROPA. di G. Torricelli

Intervento introduttivo alla Conferenza programmatica di Sel Lazio, Human Factor

Il suono assordante delle sirene a Parigi ha aperto un tempo che rischia di rovesciarsi nell’ennesima lunga notte reazionaria per il Vecchio Continente. La politica in crisi fatica a contenere gli effetti dell’accaduto. Per affrontarne la tragedia – che da qualsiasi angolo la si guardi, tale è – abbiamo bisogno di ragionare, di costruire letture ed analisi inedite sull’Europa, sulla globalizzazione, sulla crisi della politica. Non abbiamo bisogno della rabbia e dell’odio, dell’ansia di identificarsi o rifiutarsi con gli altri, delle passioni tristi e delle chiusure identitarie. Ora è assolutamente necessario impedire che l’orrore di fronte alla violenza terroristica e alle vittime si trasformi in odio. L’Europa che non ha saputo essere l’Europa dell’accoglienza deve sapere impedire che la paura e lo sgomento di queste ore si avviti in una ulteriore spirale di violenza.

Continua a leggere

BILANCIO LAZIO. DE PAOLIS (SEL): MANOVRA DIFFICILE, MA AMBIZIOSA

“Un bilancio che, al netto delle partite finanziarie e di giro, si attesta intorno ai 16 miliardi di euro e che ha l’ambizione di affrontare questo difficile momento di crisi del paese e della nostra regione, provando a tenere in equilibrio le azioni di stimolo all’economia e il rigore di bilancio. Un bilancio difficile e certamente con pochi spazi di manovra, ma che comunque centra importanti obiettivi per affrontare la crisi e sostenere le famiglie. In primo luogo la manovra non prevede aumento dell’addizionale Irpef per i contribuenti fino a 28 mila euro di reddito, estendibile a 35 mila euro. Una scelta che si pone l’obiettivo di esentare dall’aliquota, circa 2 milioni e 800 mila persona. In pratica ad essere esentati dall’addizionale saranno quasi l’80% dei contribuenti compresi i nuclei familiari con 3 figli a carico e con reddito fino a 50 mila euro.”Così in una nota Gino De Paolis commentando l’approvazione del Bilancio della Regione Lazio, avvenuta nella notte di ieri.

Continua a leggere

BILANCIO LAZIO. DE PAOLIS – SMERIGLIO: APPROVATO ODG CON AGEVOLAZIONI PER PMI.

Creare dei piccoli sistemi sinergici di lavoro e assistenza, così da contribuire al rilancio di un settore strategico per la Regione Lazio, colpito più di altri dalla crisi in atto. Questo l’obiettivo dell’ordine del giorno al Bilancio di previsione 2015-2017 a firma del capogruppo di Sel alla Regione Lazio, Gino De Paolis, approvato dal Consiglio regionale con cui si impegna la Giunta ad allargare la platea dei beneficiari alle agevolazioni per i locali non residenziali di proprietà delle ATER anche alle associazioni rappresentative dei piccoli artigiani (CNA, Confartigianato, ecc).

“Con questo ordine del giorno abbiamo proposto di estendere anche agli artigiani la possibilità di ottenere in affitto calmierato piccoli locali di proprietà dell’ATER, al pari di associazioni Onlus che già ne beneficiano. Ci sembra una risposta appropriata alle esigenze della piccola e media impresa in un momento di crisi così lunga e pesante” dichiara il capogruppo di Sel alla Regione Lazio, Gino De Paolis.

“L’atto presentato dal consigliere De Paolis va nella direzione del sostegno alla piccola e media impresa, una priorità per un settore strategico per il tessuto produttivo del nostro territorio provato da una crisi senza precedenti e su cui è decisivo investire per dare risposte concrete sia sul tema del modello di sviluppo che su quello dell’occupazione” conclude Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio.

FIAT CASSINO, TORRICELLI (SEL): SCELTA TAVOLI SEPARATI ERRORE ISTITUZIONALE

“Sinistra ecologia libertà del Lazio ritiene un errore la convocazione di Tavoli separati per i sindacati che stanno trattando sullo stabilimento Fiat di Cassino e per il rinnovo della cassaintegrazione per i tanti lavoratori coinvolti. L’assessore regionale al lavoro, Lucia Valente, ha infatti scelto di incontrare la Fiom da una parte e gli altri sindacati in un’altra, con una scelta che giudichiamo controproducente ed istituzionalmente sbagliata per il futuro di un pezzo importantissimo per l’economia del territorio laziale, come è quella della stabilimento Fiat di Cassino. La trattativa in corso rientra, infatti, in un piano di ristrutturazione e di rilancio dell’azienda ed è compito istituzionale della Regione Lazio convocare unitariamente le parti sociali.

Ci auguriamo quindi che l’assessore fin dalle prossime ore assuma atti e pratiche tendenti a recuperare questo errore politico ed istituzionale, che rischia di acuire ulteriormente elementi di divisione”. A dichiararlo in una nota è Giancarlo Torricelli, Coordinatore Sel Lazio.

[SGUARDI SULL'EUROPA] LA PROFONDA CRISI DEMOCRATICA DEL GIAPPONE

abe

Arnaud Vaulerin
15 Dicembre 2014
Libération

Traduzione: Michela Onofri

Dopo la schiacciante vittoria del partito liberal-democratico e del suo alleato del “Nuovo Komeito” che si è aggiudicato 326 dei 374 seggi dell’Assemblea Nazionale, il primo ministro Shinzo Abe presiederà la nuova seduta parlamentare del 24 dicembre. La portata della vittoria della destra conservatrice rivela i limiti e la fragilità di un sistema democratico in crisi, nota Koichi Nakano, professore di scienze politiche presso la Sophia University di Tokyo.

Continua a leggere

PROVINCE. TORRICELLI (SEL): SOSTEGNO ALLA MOBILITAZIONE DIPENDENTI 

Quel che sta accadendo nella vicenda di attuazione della legge Delrio su province e città metropolitane conferma e aggrava tutte le riserve espresse da Sinistra Ecologia Libertà su una riforma propagandistica, contraddittoria e di fatto inattuabile.

La mobilitazione dei dipendenti delle province ha tutta la solidarietà e il sostegno di SEL per quanto riguarda la tutela dei livelli occupazionali e retributivi, ma soprattutto per la garanzia dei servizi pubblici che gli enti di area vasta sono tenuti ad erogare.

Il combinato disposto dei provvedimenti di riordino istituzionale già adottati con quelli che le regioni sono chiamati ad assumere entro il 31 dicembre, sommato alle previsioni della legge di stabilità, comporta che il Parlamento italiano stia decretano con un proprio atto il dissesto finanziario di enti territoriali previsti dalla Costituzione.

Continua a leggere